Dolcetti morbidi e tondi decorati con zuccherini colorati, che poggiano su un'alzatina rosa intenso messa su un tavolo addobbato con mascherine, stelle filanti e coriandoli

Castagnole di Carnevale: tra curiosità e ricette

Le castagnole, dolce tipico del Carnevale italiano, risalgono al... 700! Ebbene si, le prime ricette le troviamo in un manoscritto tardo-settecentesco, ritrovato nell’Archivio di Stato di Viterbo da Italo Arieti. Si suppone però che, di castagnole, si parlasse già nel 1684, con il Nascia, cuoco della Casa dei Farnese e nel 1692, attraverso le ricette del Latini, cuoco della casa reale dei D’AngiòFritte e ricoperte di zucchero o miele, farcite o semplici, devono il loro nome alla loro forma piccola e tonda che ricorda il dolce frutto autunnale. La tradizione le richiede fritte poiché, nonostante siano passati anni ed anni, noi tendiamo ad osservare le usanze culinarie che fanno parte della nostra cultura. Infatti un tempo venivano utilizzate diverse tecniche per la conservazione degli alimenti ma il lardo, lo strutto, il grasso del maiale che provenivano dalla macellazione di gennaio/ febbraio, venivano impiegati sul momento per …friggere, friggere e ancora friggere! Una bella abbuffata insomma prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima. Difatti il martedì grasso viene convenzionalmente definito l’ultimo giorno di Carnevale (dal latino carnem levare ossia “ eliminare la carne”), festa che ha origini antichissime fino ad arrivare ai Saturnali della Roma antica. Ciò che in generale è però riconosciuto come le spirito di questa particolare occasione, è la capacità di rendere le persone tutte uguali; attraverso delle maschere che annullano le differenze sociali, che rendono non riconoscibili e che permettono di diventare ciò che non si è per qualche giorno, ci concediamo di divertirci senza pensieri. Con l’aiuto della sola fantasia che riesce in questo magico periodo a ribaltare la realtà, prepariamo i nostri dolci che nel tempo hanno conosciuto diverse ricette e che noi oggi ti proponiamo nella variante : castagnole con confettura extra di fragole bio!

Ingredienti:

  • 200 grammi di farina 00
  • 20 grammi di zucchero
  • 30 grammi di burro
  • 2 uova
  • mezza bustina di lievito per dolci 
  • rum q.b.
  • scorza di limone
  • zucchero semolato
  • confettura extra di fragole bio
  • olio di semi

Procedimento:

1. Inserisci all'interno di una terrina e mescola tra loro la farina, il lievito, lo zucchero ed il burro ammorbidito. Aggiungi le uova, la scorza grattugiata del limone ed il rum a piacere.

2. Lavora il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, da avvolgere con la pellicola trasparente e far riposare un pochino in frigo (circa mezz'oretta).

3. Una volta trascorsa una mezz'ora o più, riprendi l'impasto ed inizia a formare delle piccole palline fino ad esaurimento dello stesso.

4. Fai scaldare dell'olio di semi ed appena pronto, tuffa dentro poche castagnole e girale spesso. Una volta dorate, adagiale su fogli di carta assorbente.

5. Passale ancora calde in una ciotolina piena di zucchero e riempile con la nostra confettura extra di fragole bio, per renderle uniche e squisite!

Versione al forno: una volta formate le palline, adagiale su una teglia rivestita con carta da forno e cuoci a 200° per circa 10 minuti. Una volta cotte e ancora calde, passale nello zucchero e farcisci.

Buon Carnevale a tutti!